LICEO CLASSICO “MOSCATI” GROTTAGLIE (TA) – Visita di gemellaggio ad Argos, Ellas

EΛΛΗΝΟΪΤΑΛΙΚΟΣ ΣΥΝΔΕΣΜΟΣ – LEGA ITALOELLENICA
Πολιτιστικός Σύλλογος – Associazione Culturale
ITALIA: Via Monte Rotondo, 4 – 67100 L’AQUILA (ΙΤ) Tel-Fax: 0039086261615 Mob: 00393356797917
ΕΛΛΑΔΑ: Bella Vista, 8 – 21056 TOLO (GR) Tel-Fax: 00302752058025 Mob: 00306973570912
www.grecia.it – info@grecia.it
Codice Fiscale 93028490667 (IT)

Μια γλυκιά εμπειρία αποκόμισαν οι μαθητές των δυο Λυκείων, Άργους και Γκροτάλιε, από τη ζεστή, φιλική συνάντησή τους την Τρίτη 20 Οκτωβρίου στο σχολικό σύμπλεγμα του 2 Γενικού Λυκείου.
Η ιταλική αντοπροσωπία αποτελείτο από 26 μαθητές, 3 καθηγητές και συνοδευόταν από τον Πρόεδρο του ΕλληνοΪταλικού Συνδέσμου και διοργανωτή της συνάντησης κ. Ευάγγελο Αλεξανδρή και φιλοξενήθηκαν με τη στήριξη της υπεύθυνης πολιτιστικών θεμάτων της δευτεροβάθμιας εκπαίδευσης Νομού Αργολίδας, κ.α Ελισάβετ Χατζημιχαήλ.
Μετά την περιήγηση στο σχολείο και την παρουσίαση των υποδομών εκ μέρους της διευθύντριας και εκπαιδευτικών, προσφέρθηκαν στους φιλοξενούμενους τοπικά γλυκά, γευστικές προκλήσεις από φρέσκα τοπικά προϊόντα και στη συνέχεια έγιναν ανταλλαγές προσφωνήσεων και γνωριμίας, σχετικά με τα δυο εκπαιδευτικά συστήματα, από τους ίδιους τους μαθητές και του καθηγητές.
Η συνάντηση ολοκληρώθηκε με φιλικούς αθλητικούς αγώνες μαθητών στο προαύλιο του σχολείου.
Οι μαθητές αντάλλαξαν ηλεκτρονικές διευθύνσεις, συμμετέχουν ήδη σε κοινωνικές διαδικτυακές ομάδες, ετοιμάζουν μια βάση δεδομένων για τη συνέχιση αυτής της πρώτης επαφής με σκοπό την πλαισίωση της εκπαιδευτικής διαδικασίας με ένα ερευνητικό πρόγραμμα κοινής αποδοχής, την παρουσίασή του σε επόμενη συνάντηση στην Ιταλία, στην έδρα του ιταλικού σχολείου την Άνοιξη 2010.
Ο σύνδεσμός μας καλλιεργεί και συντονίζει αυτές τις εμπειρίες, ως έμπνευση δημιουργικής γνώσης για τους νέους, αυριανούς πολίτες της Ευρωπαϊκής Ένωσης.

 dsc00307

Diario di bordo degli alunni:

Quel sabato tanto atteso è finalmente arrivato… Molti di noi non hanno dormito la notte prima… Come quella passata sulla nave d’altronde! Beh… si sa… nella prima notte coi propri amici si fa tutt’altro che dormire! Tra tremolio della nave, foto divertenti e tentativi di ricercare la linea per poter chiamare a casa, nessuno di noi è riuscito a prendere sonno… Il risultato?  Nel tentativo di vedere l’alba ci siamo appisolati sui divanetti della hall. Guardare le coste di Itaca e fingere di essere Jack e Rose sul Titanic ci ha fatto ingannare il tempo, nell’ attesa di toccare la tanto attesa GRECIAAAAAAAAA!!!!

 dsc00302

 dsc00304

 dsc00308

Ore 11, siamo finalmente sbarcati! Non aspettavamo altro che uscire da quei 220 metri di nave… E quelle cabine piene di briciole… Ma quando ci ricapita di fare colazione alle 4 di mattina?? Scesi, la pioggerellina ci ha accolto (amorevolmente); Prima tappa: Sito di Olimpia. Giunti dopo essere rimasti a bocca aperta per il fantastico panorama, abbiamo visto dove gli atleti, gareggiando, hanno fatto sì che il loro nome fosse ricordato nella storia. Dopo aver visto anche il museo di Olimpia, abbiamo finalmente accontentato il nostro stomaco che brontolava dall’ora di pranzo; insalata, ghiros pita e frutta ci aspettavano in rosticceria… incerti se la nuova cucina ci sarebbe piaciuta, presto ci siamo ricreduti… Alcuni di noi hanno fatto il doppio giro!! Eravamo distrutti, non vedevamo l’ora di arrivare in albergo e recuperare le ore di sonno della notte precedente. Dopo ore di pullman che sembravano un’eternità siamo finalmente arrivati in albergo; a primo impatto speravamo di aver sbagliato hotel, non era affatto come le foto viste su internet, ma poi… Viste le camere la sorpresa è stata grande, non credevamo ai nostri occhi! Quadruple con cucina, frigo, veranda, armadi, tv… Senza parlare della meravigliosa spiaggia limitrofa e la fantastica piscina a pochi metri dalle stanze con tanto di tavoli e lettini da sole.. ed è così che abbiamo dovuto dar credito ad un famoso proverbio… l’apparenza inganna!

 dsc00310

 dsc00322

 dsc00340

 dsc00349

 dsc00355

VISITA AD ARGOS (terzo giorno)
Entusiasmante è stato l’incontro con il liceo di Argos,presso il quale abbiamo conosciuto i nostri “colleghi studenti”,che ci hanno dato una accoglienza calorosa e “dolce” a base di squisiti dolci tipici di varia fattura. I nostri nuovi amici hanno anche disputato una partita amichevole con noi,permettendoci di socializzare ancora di più! Al termine della visita ci siamo ripromessi di rincontrarci nuovamente con uno scambio culturale tra le nostre scuole. Dopo pranzo ci siamo recati a Micene dove abbiamo ammirato la porta delle Leonesse(dal dott. Alexandris così ben illustrata)ed il museo. Quindi siamo rientrati in hotel.

 dsc00382

 dsc00383

 dsc00384

 dsc00387

ATENE (quarto giorno)
Siamo al quarto giorno e molti di noi non vogliono rendersi conto che questa esperienza magnifica stia per finire. Per questo,anche se stanchi,decidiamo di trascorrere al meglio ogni attimo nella città che ognuno di noi ha immaginato diversamente dall’altro ma che,poi,ha riservato sorprese per tutti. Sì,è Atene, la “capitale”… Fa uno strano effetto parlarne ma è stato meraviglioso visitare il museo,vedere il monumentale Partenone e acquistare ciò che ci piaceva nel tipico mercatino di Monastiraki.Non sapevamo più dove guardare tra un negozio e l’altro!Al ritorno in albergo eravamo tutti sfiniti,avevamo camminato per ore,senza risparmiarci corse per rispettare l’orario di partenza concordato con i nostri prof davanti al parlamento … A dir la verità non sarebbe stato poi così male!

 dsc00396

 dsc00397

 dsc00401

 dsc00402

 dsc00409

 dsc00419

RITORNO A CASA (quinto giorno)
Dopo una notte trascorsa a dormire profondamente,ci siamo svegliati con un po’ di malinconia … Tra alcuni che finivano di sistemare la propria valigia ed i prof che ci incitavano a sveltirci,eravamo tutti consapevoli che quell’avventura stava per terminare … Dopo esserci complimentati con il gestore dell’albergo per l’ottimo servizio forniteci,abbiamo visitato i resti di Corinto(salendo affannosamente una ripida salita) e abbiamo raggiunto Patrasso ove ci siamo imbarcati per ritornare a casa. Per tutti noi è stata una esperienza indimenticabile … Abbiamo messo alla prova noi stessi confrontandoci con una nuova lingua,ma soprattutto abitudini completamente differenti dalle nostre.

 dsc00421

E’ doveroso riconoscere la eccellente organizzazione curata dal dott. Alexandris, il quale si è rivelato una guida preziosa e non comune nelle spiegazioni dei siti da noi visitati. Lo ringraziamo di cuore anche per averci alloggiato in una struttura splendida sotto tutti i punti di vista e per la gestione dei tempi di visita che sono risultati rilassanti e di elevata valenza culturale. Il tutto è stato favorito da un clima estivo che ci ha accompagnato per tutto il soggiorno. Auguriamo a tutti coloro che vogliano fare un viaggio(che non abbia solo lo scopo di un puro divertimento ma soprattutto che serva a conoscere quelle che sono le nostre radici) di visitare quel fantastico luogo che è la Grecia.

Gli alunni del Liceo MOSCATI.

comment-icon3 commenti

3 Responses to LICEO CLASSICO “MOSCATI” GROTTAGLIE (TA) – Visita di gemellaggio ad Argos, Ellas

  1. Massimiliano scrive:

    Che bella la mia ex-classe in Grecia. Sono veramente felice di sapere che avete attraversato il mare per andare in quella che io considero la mia seconda patria. Un saluto a tutti e i miei più calorosi auguri di felicità e crescita. Massimiliano

  2. Nessuno scrive:

    2°A CLASSICO,Liceo classico “G.Moscati” di Grottaglie.
    [11:25:39 μμ] Evangelos Ευάγγελος *www.grecia.it*: COM’E’ PICCOLO IL MONDO!
    Non appena abbiamo letto sul programma del gemellaggio con il liceo di Argos,l’idea ci ha entusiasmati moltissimo.
    Arrivati nella piccola citta’ di Argos,abbiamo notato l’imponente cimitero,e gli antichi resti dell’altrettanto antica civilta’ di Argos,sembra che il patrimonio greco sia infinito!
    Entrati nella scuola siamo stati accolti calorosamente da professori e alunni,che ci hanno subito fatto accomodare nella sala professori facendoci assaggiare alcuni dolci tipici,che ovviamente abbiamo fatto sparire dai tavoli in pochi secondi per quanto erano buoni!.
    Al termine delle presentazioni tra i due licei non abbiamo perso tempo, siamo andati in giro nel cortile comunicando in inglese,pronti per fare nuove amicizie con la scusa di consegnare le magliette extralarge(uniche taglie rimaste) dell’associazione italo-ellenica(associazione responsabile del nostro viaggio d’istruzione);e cosi’ tra una chiacchiera e l’altra,dopo esserci scambiati i rispettivi indirizzi e-mail,proprio come tra buoni amici,ci siamo sfidati amichevolmente in una partita di calcio, col risultato di sette a zero per i padroni di casa!(i nostri ragazzi si giustificano dicendo che non erano vestiti in modo adatto per giocare una partita cosi’ importante, percio’ speriamo al piu’ presto in una rivincita!),le ragazze invece hanno preferito giocare a pallavolo.
    Ma oltre al calcio e alla pallavolo,c’e’ stato anche chi ,come me,ha improvvisato un duetto canoro con alcune ragazze che conoscevano canzoni italiane di Tiziano Ferro,Eros Ramazzotti e Luca Carboni.Com’e’ piccolo il mondo!

    Atene
    “…a letto e domani sveglia presto!”la prof.ssa era stata chiara.
    Dal nostro albergo, nel piccolo paese in Argolide, ad Atene ci sarebbe voluto un po’ di tempo;il viaggio in pullman e’ stato stancante,ma tra risate e canzoni urlate e la nostra simpatica guida siamo riusciti a sopravvivere,pronti ad affrontare gli enormi gradini del Partenone.
    Una volta arrivati ad Atene,prima di tutto,abbiamo visitato il Museo Nazionale,che racchiude parti fondamentali della storia ellenica,a partire dalle creazioni delle prime civilta’(c’erano ornamenti femminili in puro oro!) alle famosissime statue di Fidia.
    Il tempio che era stato dedicato alla dea Atena, sorge sull’acropoli di Atene e non e’ niente in confronto alle immagini che avevamo studiato sui nostri libri!
    A testimoniare la sua magnificenza c’erano numerosissimi turisti e troupe televisive.
    Dopo aver visto il partenone e il museo i prof ci hanno dato qualche ora libera…e lo shopping ad Atene era d’obbligo!
    Io e alcuni miei compagni ci siamo persi,ingannati dalle strade della citta’,tutte spaventosamente grandi!e abbiamo dovuto prendere un taxi per raggiungere il parlamento,punto d’incontro con i prof. e la guida.
    Atene ci ha lasciato un ricordo bellissimo,i nostri studi classici ruotano attorno ad essa e ai suoi grandi uomini,filosofi, abili comandanti dell’esercito,comunque fondatori della civilta’ occidentale.

    Corinto
    Volti infelici,occhi spenti,gambe stanche,cosi’ abbiamo affrontato l’ultimo giorno del nostro viaggio d’istruzione. No,non avevamo proprio voglia di lasciare la nostra bella Argolide sempre soleggiata!.
    Per l’ultimo giorno la nostra guida ci aveva riservato la bellissima Acropoli di Corinto.
    Mentre salivamo faticosamente su quelle scivolose pietre ci chiedevamo costantemente come facessero i greci a andare e tornare sani e salvi!.
    Facendo molta attenzione,evitando di far notare alla prof. qualche cavalletta che di tanto in tanto spuntava tra le pietre,siamo riusciti a raggiungere un punto perfetto per ammirare uno splendido panorama mozzafiato!.

    Volevamo ringraziare particolarmente l’albergo di IRIAMARE,un posto bellissimo!
    Abbiamo dormito in quadruple che sembravano mini appartamenti,muniti di cucina,frigorifero,condizionatore e tutto l’indispensabile!
    Il servizio nelle camere non ha deluso le nostre aspettative.
    Per quanto riguarda il divertimento,l’albergo ha una piscina circondata da ombrelloni e sedie a sdraio comodissime per abbronzarsi un po’!;possiede anche un tunnel che porta direttamente alla spiaggia e una piccola discoteca.
    Il viaggio e’ stato rilassante,piacevole,divertente,sotto la supervisione della nostra simpatica guida,da noi definita “IL TUTTOLOGO”!Infatti si soffermava su ogni dettaglio,spaziando da un campo all’altro,oltre a quello meramente storico e filosofico, che in un libro di storia non avremmo mai trovato.
    Evangelos con la sua simpatia e diplomazia ci ha insegnato ad amare la Grecia e per noi in particolare e’ molto importante aver avuto l’occasione di vedere quei posti che studiamo ogni giorno attraverso il greco antico e la letteratura greca.Lo ringraziamo sentitamente per aver organizzato in modo eccellente e nei minimi particolari questo viaggio simile ad un sogno!

    Santoro Valentina,

    2°A CLASSICO,Liceo classico “G.Moscati” di Grottaglie.

  3. Nessuno scrive:

    Esattamente un mese fa rientravamo dal viaggio in Grecia, organizzato dalla nostra Associazione in collaborazione con la Lega Italo-Ellenica per un primo approccio tra il Liceo Moscati di Grottaglie e il Liceo di Argos, in vista di un auspicabile gemellaggio in chiave di sviluppo della integrazione europea delle nuove generazioni.
    Ho aspettato che trascorressero almeno trenta giorni, prima di dare questa testimonianza, perché ho voluto mettere alla prova del tempo la fondatezza e la persistenza delle sensazioni e delle emozioni che generalmente accompagnano la vicinanza di un’esperienza (e, in questo caso, la totale positività delle stesse che mi hanno accompagnato, quasi in un crescendo musicale, dalla partenza all’arrivo), con la sedimentazione critica che proprio il tempo cura di depurare dalle insidie della spesso banale epidermide emotiva.
    Sono felice di poter confermare che quelle sensazioni e quelle emozioni sono tutte pienamente (ma anche più) presenti nel giudizio che mi sono fatto della eccezionalità culturale, umana ed organizzativa di quel viaggio, eccezionalità che mi fa piacere riconoscere interamente alla Lega, nella persona del suo presidente Evangelos Alexandris, a tutti i 26 bravissimi alunni delle seconde liceali classiche del Moscati e alle due care ed insostituibili colleghe, Rossana Tebano e Anna Maria Massaro, che hanno condiviso con me tutti i momenti dell’iniziativa.
    Nulla di confrontabile con quanto è rimasto in me di un precedente viaggio d’istruzione fatto in Grecia dieci anni fa, che mi ha lasciato solo sbiaditi ricordi positivi, a fronte di ancor vivide memorie critiche tanto sul versante organizzativo e logistico, quanto su quello dei contenuti, che un qualsiasi uomo di scuola si aspetta di fare propri per un duraturo arricchimento spirituale.
    Di questo viaggio conserverò, invece, i colori, i sapori e gli odori di una settimana di un autunno meteorologicamente solo fantastico, ed insieme la straordinaria ricchezza della varietà degli stimoli culturali che il mio animo è stato messo in condizione di cogliere, innestandoli sul consolidato terreno storico e filosofico, su cui si è formato; ma, volendo scegliere tra questi, ne indicherò due su tutti:
    1) quelle che inizialmente possono presentarsi come “solo pietre” e successivamente essere viste come “non solo pietre”, se fatte parlare attraverso una sapiente guida, è possibile rappresentarsele alla mente e al cuore nella fondata certezza che “non sono pietre”;
    2) la gioia di un autentico εύρηκα intellettuale, quando ho rapportato tutto lo stupore delle conquiste della civiltà ellenica alla scoperta che la scelta del termine άνθρωπος fosse stata dettata dal significato etimologico essenziale che designa come uomo quell’essere vivente che ha capito la sua natura divina, in quanto destinato a tendere, per potervi abitare, ai luoghi propri della divinità.
    E, se il primo approdo posso ascriverlo anche a merito di una personale riflessione, il secondo lo debbo per intero all’impagabile passione umanistica dell’ormai caro amico Evangelos e alla sua straordinaria capacità di amare e far amare la sua (ma, ora, anche nostra) terra e la sua (ma, ora, più che mai, anche nostra) storia passata, presente e futura.

    Grazie ancora e ad maiora.

    Cosimo Annicchiarico
    Presidente dell’Associazione “Amici del Moscati”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *