Comunicato Stampa: 2 Simposio “Magna Graecia – Μεγάλη Ελλάς”

 LOGO_LEGA

EΛΛΗΝΟΪΤΑΛΙΚΟΣ ΣΥΝΔΕΣΜΟΣ – LEGA ITALOELLENICA
Πολιτιστικός Σύλλογος – Associazione Culturale
ΑΘΗΝΑ: 00302118505811 – ROMA: 00390695557499
ITALIA: Via Monte Rotondo, 4 – 67100 L’AQUILA (ΙΤ) Tel-Fax: 0039086261615 00393356797917
ΕΛΛΑΔΑ: Bella Vista, 8 – 21056 TOLO (GR) Tel-Fax: 00302752058025 00306973570912
www.grecia.itinfo@grecia.it
Codice Fiscale 93028490667 (IT)


Il 2° Simposio internazionale della Rete Scolastica “Magna Graecia – Μεγάλη Ελλάς” realizzato a Sibari il venerdì 16 aprile 2010 ha visto la partecipazione di 22 scuole tra italiane ed elleniche, segnando il sigillo concreto del rapporto di proficua collaborazione instauratosi tra le istituzioni scolastiche di entrambe le nazioni, nel segno della crescita culturale comune e della progressiva valorizzazione dei territori, tradizioni, usi, costumi dei due paesi, ora diversi ma dalle radici comuni.

 DSC_0322

prof. Macrì, dott. Alexandris, prof. Rango

Tale evento è il frutto di una sinergia di intenti propositivi tra il prof. Luigi Macrì creatore della Rete Scolastica “Magna Graecia – Μεγάλη Ελλάς”, preside della scuola capofila Istituto Comprensivo “G. Sabatini” Borgia ed il presidente della Lega ItaloEllenica dott. Evangelos Alexandris, il quale ha laboriosamente curato il contatto con le scuole ed istituzioni elleniche, rapporto consolidato già da tempo con numerose operazioni di alto livello culturale tra Italia e Grecia.

Ad organizzare la seconda edizione del Simposio, massima espressione celebrativa della Rete Scolastica “Magna Graecia – Μεγάλη Ελλάς”,  nel suggestivo territorio di Sibari, importante sito magno-greco è stato il prof. Carlo Rango, preside della Scuola Media Statale “B. Lanza”, supportato da vari esponenti culturali e politici del territorio, il Sindaco ospite locale, Comune di Cassano Ionio R. Gallo e l’architetto Carlo Forace in veste di responsabile organizzativo.

Sono intervenuti nella manifestazione personalità eminenti del territorio, il Vescovo, autorità locali e delle forze dell’ordine. Il tono di accoglienza calorosa, bilingue e partecipata è stato dato dalla presenza costante durante tutti i giorni di visita della delegazione ellenica, della Presidentessa del Consiglio Comunale di Cassano Ionio, dott.ssa Rossella Garofalo, lei stessa ItaloEllenica visti i suoi legami di vita con la città di Patrasso, dove risiede per metà.

Gli interventi delle scuole partecipanti hanno dato vita ad una vera e propria festa ItaloEllenica: le scuole italiane si sono proposte con allegre e briose esibizioni danzate, cantate, recitate, aventi come tema comune proprio le origini elleniche del popolo magno-greco, le ispirazioni linguistiche che hanno creato il grecanico, le danze in onore di divinità locali come avveniva nelle originarie comunità delle madri patrie greche; le scuole elleniche a loro volta hanno dimostrato uguale tenore qualitativo, intensa partecipazione emotiva, vivo spirito di comunicazione che si è evidenziato soprattutto nell’utilizzo di entrambe le lingue, italiana e greca.

L’entusiasmo è esploso progressivamente prorompendo in un’ esultanza unanime. La festa ItaloEllenica è stata inoltre coronata da un ricchissimo buffet offerto ai mille partecipanti, preparato da ogni scuola intervenuta, con cibi e bevande tipiche magno-greche ed elleniche, per tantissimi aspetti simili.

Un concerto dell’orchestra scolastica della Scuola Media Statale “B. Lanza” offerta dal Sindaco di Castrovillari, ha concluso i lavori rinnovando l’appuntamento al III Simposio, si pensa e si augura questa volta in terra Ellenica.

Tale operazione culturale che parte dal mondo scolastico e coinvolge le comunità di riferimento, oltre ad essere un segno tangibile di positivo raccordo tra istituzioni scolastiche, politiche, e realtà sociali, è un concreto invito alla collaborazione tra popoli per il miglioramento comune, nell’ottica di un’ Europa che opera per il bene culturale, sociale, territoriale di ogni nazione in essa compresa, riconoscendo la sua specificità ed altresì celebrando i valori comuni.

comment-iconLascia un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *