TELEMEDICINA: COOPERAZIONE REGIONI CAMPANIA PELOPONNESO

Su iniziativa della LEGA ITALOELLENICA, con atti ufficiali sottoscritti dalle Regioni Campania e Peloponneso in appositi Protocolli di Intesa per l'attuazione di progetti innovativi nel settore della TELEMEDICINA, è iniziata dall' anno 2003 la cooperazione tra le Regioni  e strutture sanitarie regionali nel settore della Telemedicina.

        

Il primo progetto pilota, coordinato dal prof. Andrea Di Lieto, dell'Ospedale Universitario Federico II di Napoli, Cattedra di Ginecologia, riguarda l'inserimento nella routine ospedaliera di apposita innovativa strumentazione prestata gratuitamente all'uso, presso l'Ospedale Regionale PANARKADIKO di Tripoli, il capoluogo della Provincia di Arcadia. Il progetto prevedeva l'esame alle future mamme con gestazione problematica (donne incinte dalla 36esima settimana in poi) con elettrocardiotocografo, tramite collegamento telefonico con modem, o tramite connesione Internet con PC.

Il progetto pilota sta maturando nei nostri giorni i suoi preziosi dati statistici, che dimostrano l'efficacia del metodo testato. Questo progetto, in applicazione di quanto prevede il Protocollo tra le Regioni promosso nel 2002 dalla nostra Associazione (vedi in fondo), passerà presto nella fase successiva, quella dell'allargamento della cooperazione in altri settori della Telemedicina, in progetti condivisi dalle strutture delle due Regioni e sostenuti dai fondi strutturali dell'Europa, a sostegno delle Regioni Mediterranee dell'Obiettivo 1. (segue…)

Nel complimentarci con il nuovo manager dell'Ospedale Regionale Panarkadikon di Tripoli, dott. Ioannis Koumpouros, per la sua forte impronta di efficienza pur nel rispetto dell'aspetto umano nella gestione di questo primo progetto, e con tutto lo staff ospedaliero per aver testato con interesse e con successo la procedura nel protocollo diagnostico, ci impegnamo ora a convocare un tavolo di confronto periodico tra i partner, per illustrare le opportunità dei nuovi imminenti bandi, e di finanziamento di nuovi progetti da presentare, inserendo buone pratiche in condivisione (partenariato). La verifica di avanzamento del progetto effettuata da me personalmente nella mia recente visita nel mese di giugno 2005 durante la riunione dello staff dell'Ospedale Panarkadiko presieduto dallo stesso manager, non lascia dubbi sulla celerità degli sviluppi anche in altri ambiti scientifici.

Abbiamo già sollecitato le apposite strutture dei partner per organizzare un Convegno sulla Telemedicina della Regione Campania, focalizzato a quelle esperienze che potrebbero essere la base per una cooperazione di successo con la Regione Peloponneso ed estesa ad altre Regioni elleniche. Con soddisfazione comunichiamo ai nostri lettori, soci e simpatizzanti, di aver già ricevuto risposte positive che ci incoraggiano a proseguire il nostro operato, presentando richiesta per la convocazione dei partner in un tavolo di confronto, come previsto dal Protocollo sottoscritto e publicato in seguito, da effetturarsi in Grecia nel mese di ottobre 2005, con la partecipazione della Regione Campania e medici esperti in Telemedicina, referenti di progetti delle strutture pubbliche campane.

In questo tavolo parteciperanno analoghe istituzioni elleniche e il personale medico e paramedico interessato ad approffondire conoscenze e confrontarsi con i colleghi italiani sulle nuove frontiere tecnologiche della Medicina e dei nuovi standard di qualità per l'erogazione dei servizi ospedalieri e di cura a domicilio. Dall'incontro scaturiranno i nuovi progetti da condividere a breve, con i fondi europei, settore cooperazione transregionale (INTERREG) e SOCIETA' DELL'INFORMAZIONE.

Il primo passo è la preparazione di un meeting formativo sulle novità introdotte nelle rispettive strutture sanitarie e possibilità di condivisione dei metodi diagnostici, di cura e gestione amministrativa grazie alle innovazioni tecnologiche che contiamo di effettuare in corsi periodici di breve durata presso l'Ospedale Regionale FEDERICO II di Napoli.

Il Presidente
Evangelos Alexandris

comment-iconLeave a comment

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *